I fratelli Slade



Questo articolo mi Ŕ stato richiesto prendendo spunto da una mia precedente relazione sul pub The Grapes ("The Grapes a Southampton") e relativi quesiti che riguardano i fratelli Slade.
Internet Ŕ ricca di informazioni sui sopravvissuti del TITANIC e di coloro che persero la vita nella tragedia. Per˛ si hanno poche informazioni (ovviamente) riguardo a coloro che, per qualsiasi motivo, non riuscirono a salire bordo della nave, quella mattina del 10 aprile 1912.
C'Ŕ, naturalmente, quella che oggi Ŕ la famosa storia dei fratelli Slade che "mancarono" la nave a causa della loro eccessiva indulgenza al pub The Grapes, in Oxford Street, non lontano dal Dock Gate n. 4, e dal White Star Line Dock (molo 43-44), dove il TITANIC partiva per il suo viaggio inaugurale a mezzogiorno.
Ma chi erano i fratelli Slade? Che cosa era realmente loro accaduto quella mattina? Le informazioni presentate in questo articolo si basano sulla mia personale ricerca effettuata attraverso i documenti originali dell'equipaggio del TITANIC, informazioni del censimento di Southampton e della Marina Mercantile Records.
Il TITANIC era arrivato a Southampton, proveniente da Belfast, nella tarda serata di martedý 3 aprile: ha attraccato al suo molo poco dopo la mezzanotte. Il giorno successivo la nave era addobbata con bandiere da poppa a prua, ed iniziarono i preparativi per la partenza e per l'inizio  del suo "Maiden Voyage", fissato per il 10 aprile, foto sotto.


 


 

A causa del recente sciopero del carbone ("Lo sciopero del carbone del 1912"), molti bastimenti della White Star Line, ma anche navi di altre compagnie, erano attraccate a Southampton impossibilitate a prendere il largo. Molti passeggeri, che avevano necessitÓ od avevano prenotato un viaggio al di lÓ dell'Atlantico su altri bastimenti, furono quindi trasferiti al TITANIC.


 

 Bertram,Thomas e Alfred Slade

 

Venerdý 6, inizi˛ l'assunzione di personale per il viaggio del TITANIC, ed una gran moltitudine di uomini assoldati da altre compagnie, e che videro vanificata la fonte di guadagno, erano desiderosi di essere assunti dalla nuova ammiraglia della White Star Line: Alfred, Bertram e Thomas Slade erano tra loro. Alfred era appena sbarcato dalla Highland Glen, mentre Bertram e Thomas furono trasferiti dalla nave gemella del TITANIC, l'Olympic.
Non Ŕ stato possibile trovare tutti i record di nascita dei fratelli Slade. Il luogo di nascita, in tutti i loro documenti, Ŕ registrato come Southampton o Hampshire: l'indirizzo 21 di Chantry Road.
Quando firmarono per il viaggio del TITANIC dichiararono: Alfred 25 anni, Bertram 26 e Thomas 27 anni. Tutti e tre ingaggiati furono come fuochisti: il loro libretto di lavoro recava che dovevano iniziare il loro servizio alle ore 06:00.
10 aprile: dopo che gli uomini avevano firmato a bordo, ed alle ore 08:00 avevano presenziato all'adunata, erano stati messi in libertÓ sino pressappoco all'ora della partenza. La maggior parte di loro scesero a terra. Anche due di questi uomini, William Nutbeam e John Podesta avevano lasciato la nave e si erano recati andati al Newcastle Hotel, un bar vicino al porto. Nutbean, 31 anni, un ingrassatore, Podesta, 25 anni, era anch'egli un fuochista, quindi un collega di lavoro dei nostri fratelli Slade.
Secondo il racconto del Podesta, quando lui ed il suo compagno lasciarono il locale per fare ritorno alla nave fu intorno alle 11:15. Pensando di avere ancora un sacco di tempo a disposizione prima di salire sul grande transatlantico, si fermarono al The Grapes, e qui si incontrarono con i fratelli Slade ed altri compagni membri dell'equipaggio: B. Brewer, ingrassatore di 24 anni; Frank Holden, fuochista di 29 anni; Alexander Penney, ingrassatore di 25 anni; J. Shaw, fuochista di 40 di anni. Stando ad alcuni racconti si dice che stavano festeggiando il compleanno di uno dei fratelli Slade. Questo pu˛ essere vero, considerando che il compleanno di Alfred Slade era il 13 aprile.
Verso le 11:50 Nutbean, Podesta, i fratelli Slade ed un bel gruppetto di uomini lasciarono The Grapes. Non Ŕ mai stato chiarito chi altri erano con loro, ma successive indagini hanno accertato che Brewer, Holden e Shaw sicuramente erano del gruppo.
Il gruppo percorse velocemente Oxford Street e gir˛ verso il Terminus e South Western Hotel. Secondo Podesta, mentre stavano per attraversare Canute Road all'altezza del Dock Gate No.4, la loro corsa venne bloccata dalla chiusura di un passaggio a livello. Altri racconti riferiscono che invece era un treno in partenza, che stava lasciando il Terminus. Quel che Ŕ certo che il Podesta ricordava di aver sentito uno dei fratelli Slade dire di attendere il transito del treno.
Nutbean e Podesta, per˛ non diedero ascolto e sollecitamente attraversarono i binari: si diressero verso le banchine. Da lý a poco secondi pass˛ il relativo treno. Il convoglio ferroviario era particolarmente lungo, e quando il resto del gruppo fu in grado di attraversare la strada ferrata e correre al molo, mancava pochissimo allo scoccare del mezzogiorno. Ormai la passerella per salire a bordo del TITANIC era giÓ stata ritirata. Gli uomini gridarono in segno di protesta, ma si sentirono rispondere che erano arrivati troppo tardi ed erano giÓ stati rimpiazzati da altre persone. Alfred Geer, Richard Hosgood, Leonard Kinsella, Harry Witt, e due uomini con cognomi di Black e Lloyd, erano stati presi a bordo come sostituti. Come si Ŕ saputo poi, questi sei perirono tutti quando TITANIC affond˛. Nutbean e Podesta, sopravvissero.
Negli elenchi originali dell'equipaggio del TITANIC coloro che avevano firmato, ma non si erano presentati per l'adunata, sono elencati come "Failed to Join". Quelli che erano a bordo, si erano fermati per l'appello e poi avevano lasciato la nave, ma non erano riusciti a far ritorno a bordo erano stati considerati disertori e sulle carte erano stati bollati come "Deserted", tra questi i tre fratelli Slade, Brewer, Holden, Penney e Shaw.
Tornando ai fratelli Slade, non sono riuscito a trovare il documento di nascita di uno dei fratelli Slade; la documentazione della Marina, la Merchant Navy Record, afferma che la data di nascita di Bertram Ŕ il 5 febbraio 1884. Ci sono documenti che mostrano Bertram, che in precedenza aveva servito sull'Olympic, ha continuato andare per mare, almeno fino al 1922, in servizio su una serie di navi, tra cui nuovamente la gemella del TITANIC. Bertram Slade morý a Southampton nel 1943, all'etÓ di 59 anni.
Per quanto Alfred sempre la Marina annota la sua data di nascita che Ŕ il 13 aprile 1887. Anche Alfred Ŕ stato ancora per mare, almeno fino al 1921, e tra le navi su cui ha servito cito il Baltic, piroscafo che ebbe un ruolo nella storia della tragedia del TITANIC. Nel suo caso non sono riuscito trovare, in linea con la sua data di nascita nella zona di Southampton, alcuna traccia dell'atto di morte.


 

 

Con Thomas ecco il problema di cui accennavo qualche riga sopra. La Marina certifica la sua data di nascita come il 2 aprile 1884 e giustamente l'elenco ufficiale dell'equipaggio (ritaglio di cui sopra in immagine) del TITANIC elenca in 27 anni l'etÓ di Thomas. Ma, ed ecco il particolare interessante o quantomeno curioso: la voce riguardante Thomas mostra anche quello che sembra essere apparentemente una lettera "K" tra il suo nome e cognome. Infatti alcune fonti storiche, inerenti la tragedia del TITANIC, riferendosi a Thomas lo citano come Thomas K. Slade. Non sono ancora del tutto convinto che questo sia corretto: a ben guardare, la "K" potrebbe essere un'annotazione errata. Questo Ŕ molto importante in quanto vi era vivente un tale Thomas Kenrick Slade a Southampton in quel periodo, ed una ricerca pi¨ approfondita dimostra egli era un insegnante residente a Southview Road. Quindi mi sento di affermare che la menzionata lettera "K" non ha alcun rilievo nella nostra storia.
Per nessuno dei fratelli ho trovato certificati di matrimonio ed il tutto si limita alle scarne note di cui ho dato spazio.
La storia dei fratelli Slade, rappresenta un classico esempio ed un modo per cercare di ritrarre le speranze, i sogni ed il futuro di tante persone che poi sono tragicamente state colpite dalla tragedia del TITANIC, in particolare, forse e soprattutto, a Southampton.


 
Tutti i testi nel sito www.titanicdiclaudiobossi.com sono di proprietÓ intellettuale di claudio bossi. Non Ŕ permesso a terzi copiare, modificare, ripubblicare o comunque sfruttare i sopraccitati testi del sito senza preventiva autorizzazione scritta da parte di claudio bossi.
 

TITANIC di claudio bossi - TORNA ALLA HOME PAGE