Cinema e gioielli: tra storia e leggenda



 

E' ben noto che a bordo del TITANIC si trovassero alcune delle persone pi¨ ricche del mondo, adornate dei loro gioielli. Nel settembre del 1985 Robert Ballard localizzˇ il relitto del TITANIC, due anni dopo fu recuperato dal sito del relitto una borsa di pelle dal meraviglioso contenuto: i gioielli del TITANIC!
Meravigliosi pezzi di oreficeria in oro, platino, arricchiti di pietre preziose ed alcune decorate con smalti molto delicati.
Salvo eccezioni, non si seppe bene chi fosse il legittimo proprietario della maggior parte di questi beni, ma la borsa rivel˛ che gli oggetti di maggior valore potessero essere stati presi in custodia da un alto ufficiale, che era stato incaricato di sorvegliare il denaro e, appunto, altri oggetti di valore a bordo della nave. Si ritiene che "l'incaricato" portasse con sÚ la borsa al momento del naufragio, cui, per˛ non Ŕ sopravvissuto.
Ancora oggi la storia del TITANIC conserva un fascino particolare. Ammirare i gioielli recuperati ci riporta ad una epoca in cui, viaggiare in prima classe di un transatlantico, doveva essere stata sicuramente  un'esperienza unica e di grande splendore, anche se nel caso del TITANIC, purtroppo quell'effimero momento si concluse con la tragica fine che tutti conosciamo.
Dei gioielli recuperati ne scrivo diffusamente in un'altra pagina del sito ("Il tesoro del TITANIC").
In quest'articolo invece voglio scrivere di una certa qual connessione tra il cinema ed il gioiello del TITANIC per eccellenza: il "Cuore dell'Oceano", tra storia e leggenda.
Direi che quasi tutti avete visto, almeno una volta, il film "TITANIC" di James Cameron. In questo kolossal tutto ruota attorno ad un meraviglioso gioiello "Heart of the Ocean" e la storia d'amore tra i due personaggi principali. Ora, non solo questo gioiello, ma tutti i gioielli ed i preziosi accessori che si vedono nel film sono ispirati ai gioielli del periodo edoardiano e ci danno benissimo un'idea di come si indossavano e quale ruolo avevano avuto.
Alla domanda se il "Heart of the Ocean" fosse davvero sul TITANIC, la risposta Ŕ assolutamente negativa. Ma pare ci fosse un diamante simile, anche se nulla indica che si trovasse a bordo del TITANIC.
Nel film si parla di un diamante blu, a forma di cuore di enormi dimensioni, che sembra fosse appartenuto alla figura, poco fortunata, del re di Francia Luigi XVI. Infatti nella corona del re Luigi c'era un diamante di grandi dimensioni, che in seguito alla uccisione del sovrano sotto ghigliottina, fu estratto e tagliato nuovamente, in quel cuore che Ŕ stato chiamato "Coeur de la Mer" (Cuore del Mare).
La collana indossata dalla protagonista femminile nella pellicola cinematografica Ŕ stata, non molto tempo fa, venduta all'asta. Si trattava di una creazione dei gioiellieri londinesi Asprey & Garrad, realizzata con uno zircone cubico incastonato in oro bianco. I gioiellieri furono incaricati, inoltre, di realizzare una collana con il disegno originale del gioiello del film, con uno zaffiro Ceylon di 170 carati a forma di cuore circondato da ben 65 diamanti rotondi per un totale di 36 carati. La collana Ŕ stata poi indossata da Celine Dion nella notte degli Oscar nel 1998. Il gioiello Ŕ stato valutato 2,2 milioni di dollari ed ora appartiene alla figlia di un ricco cliente di Asprey. Il gioielliere Harry Winston ha creato una ulteriore versione diversa con un diamante blu di 15 carati, per la compianta attrice Gloria Stuart, fotografia qui sotto, che lo indoss˛ nella stessa cerimonia.
Ultima not: una relazione su un transatlantico, e tanto pi¨ sul TITANIC, tra una giovane aristocratica ed un ragazzo di bassa estrazione a quel tempo era praticamente impossibile!


 

 
Tutti i testi nel sito www.titanicdiclaudiobossi.com sono di proprietÓ intellettuale di claudio bossi. Non Ŕ permesso a terzi copiare, modificare, ripubblicare o comunque sfruttare i sopraccitati testi del sito senza preventiva autorizzazione scritta da parte di claudio bossi.
 

TITANIC di claudio bossi - TORNA ALLA HOME PAGE