La tragedia del TITANIC nelle vignette pubblicate subito dopo il disastro


 

A parte i temi della tristezza per le tante vite umane scomparse e della perdita del TITANIC, un motivo ricorrente in molte delle vignette pubblicate dai giornali, durante le settimane che seguirono al naufragio, si concentr˛ sull'assurditÓ della tragedia.


 
 

Il sepolcro bianco.

L'uomo scruta il lusso del mare: piscina, campo di tennis, ascensori, sala delle palme, palestra, sala ristorante, ma poche barche di salvataggio; con la mano sinistra sorregge una lista di nomi. Stead, Straus, Millet, Astor, Guggenheim, Widener, Butt: tutti americani, tutti scomparsi...

 
   

 

 

Tutto per godersi la vita, ma non c'era molto per salvarla.
   
 
Anarchia senza fili.  
   
 
 

E' ora di darsi da fare."

Lo Zio Sam dice: "Per Ginger, prender˛ una presa pi¨ salda su questa faccenda d'ora in poi", girando il timone di una nave con inciso "Leggi di navigazione"; a terra un manuale con scritto. Il tutto mentre un funzionario della compagnia navale osserva perplesso.

   
 
Aspettando.  
   
 
  Il santuario.
   
 

Gli scomparsi: John Jacob Astor, Henry B. Harris, Maggiore Arcibald Butt, Washington Roebling, Benj. Guggenheim, J. G. Widener, Charles M. Hays, W. T. Stead, F. D. Millet, Isidor Straus, Capitano E. J. Smith.
I sopravvissuti: J. Bruce Ismay.

 
   
 
  Proiettato in ombra.

Il documento "Il disastro del TITANIC - Rapporto finale" getta un'ombra sul mondo...
   
 
Non rattristarti, lo spirito umano vivrÓ ancora.  
   
 
 

Sul polsino della camici dell'impiegato la sigla US; sulla scrivania si legge Steamship Company; sul foglio la scritta TITANIC. Il poster recita: moderno equipaggiato transatlantico, ed elenca campo da golf, piscina, campo da tennis, ascensori, palestra, bagni turchi, verande, vetrate, bagni elettrici, campo di squash. In sovrapposizione la penna, con scritto la parola legislazione, invoca tante scialuppe di salvataggio.

   
 

La tragedia del TITANIC.

La mano indica il fato, sulla leva la scritta 1300 vite; sul piatto della bilancia il libro dal titolo "Requisiti internazionali che disciplinano l'equipaggiamento delle scialuppe di salvataggio".

 
   
 
  Pi¨ vicino, a te, Mio Dio.
   
 

Impariamo la lezione.

Lo zio Sam dice: "Funziona sempre allo stesso modo!"
Sulla lavagna:
2500 passeggeri;
890 membri dell'equipaggio =
3390 capacitÓ totale.
Scialuppe 20,
capacitÓ per ognuna 60 persone x 20 =
totale 1200.
3390-1200 = 2190 resto.

 
   
 
 

Per non dimenticare.

Sul nastro: "In memoria degli uomini coraggiosi che sono morti per salvare le donne."

   
 

L'eterna collisione.

Sull'iceberg la scritta Fatto - Sulla nave: Teoria.

 
   
 
 

La donna ha in mano un cartello con scritto umanitÓ.
Sul poster lo slogan recita: Lusso, eleganza, velocitÓ, grandezza, opulenza.

   
 

L'angelo custode del mare rende omaggio ai martiri.

L'angelo reca una ghirlanda con scritto
Le ghirlande in mare citano: Prima le donne e i bambini, l'orchestra, marinai, Col. Astor, Isidor Starus, Maggiore Butt e Henry B. Harris.
La didascalia a lato, firmata da Cowper, riporta:
"I coraggiosi non si sono pi¨!
Ci sono altri coraggiosi!
Tutti scomparsi sotto le onde.
Veloci sulla riva nativa."

 
   
 
 

Relitto del TITANIC.

Lo spirito spettrale dal megafono urla: Prima le donne e i bambini!

   
 
La persona che sta annegando sembra che scriva : (scritta poco chiara) erano inadeguati.  
   
 
  Ignifugo, non affondabile.
   
 

Economia!

L'agente di viaggio dice: "Il gigante" dispone di palestra, piscina, campi da gioco, ascensori, ecc. ecc.
Potenziali viaggiatori: "Cosa dice dei posti nelle scialuppe di salvataggio?"
L'agente di viaggio: "Ah Ŕ diverso. Non possiamo permetterci spazio e peso."

 
   
 
 

Un sacrificio all'incuria e all'aviditÓ.

Poseidone trafigge il TITANIC con il suo tridente.

   
 
Niente pu˛ essere certo, solo la morte.  
   
 
  La veritÓ giace in fondo al mare e i morti non raccontano storie.
   
 

Nessuno ha amore pi¨ grande di questo che un uomo ha dato la vita per i suoi amici.

Sul monumento: Agli eroi del TITANIC.

 
   
 
 

Omaggio alla natura.

Illustrazione mostra un banco di ghiaccio, incluso uno a forma di donna che guarda gi¨ negli abissi oscuri dell'oceano.


 
Tutti i testi nel sito www.titanicdiclaudiobossi.com sono di proprietÓ intellettuale di claudio bossi. Non Ŕ permesso a terzi copiare, modificare, ripubblicare o comunque sfruttare i sopraccitati testi del sito senza preventiva autorizzazione scritta da parte di claudio bossi.
 

TITANIC di claudio bossi - TORNA ALLA HOME PAGE