Karl Behr: un uomo fortunato

 

Karl Howell Behr
Karl Howell Behr


 

Un uomo fortunato, diceva Karl Howell Behr di se stesso. E ne ebbe ben donde, infatti, fu uno dei sopravvissuti alla tragedia del TITANIC, salvato dalla Carpathia insieme con la 19enne Helen Monypeny Newsom, che poi divenne sua moglie.
Fu proprio per seguire Helen, che Karl decise di riporre la racchetta ed imbarcarsi per l'America. Sarah Newsom Beckwith, la madre di Helen, organizz˛ il viaggio con l'intenzione di allontanare la figlia dalle troppo vivaci attenzioni di Karl. I due si era conoscuti a casa dei Behr, Helen era infatti la pi¨ cara amica di una delle sorelle di Karl. L'amore nacque spontaneamente; Behr, giÓ famoso nel mondo dello sport per aver giocato in Coppa Davis ed essere stato finalista in doppio a Wimbledon, aveva allora 26 anni. Ma pur non essendo la prima volta che sbarcava in Europa, quelle settimane non furono facili per Karl, costretto a mille sotterfugi pur di stare vicino ad Helen, e quando seppe che la data del ritorno in America fu fissata, fu ben felice di prenotare anch'egli un biglietto sul TITANIC, una nave giÓ famosa prima di compiere il suo primo viaggio oceanico, e dotata anche di un campo di squash, dove Karl avrebbe potuto riprendere in mano l'amata racchetta. L'imbarco avvenne a Cherbourg, e Karl, come Helen, erano ovviamente passeggeri di prima classe.
Nel momento del disastro, Karl ed Helen si trovavano sul lato di dritta presso il ponte delle imbarcazioni di salvataggio. Agli ordini del terzo ufficiale Herbert John Pitman i due riuscirono a prendere posto sulla scialuppa numero 5, che fu tra le prime ad essere avvistate dalla Carpathia. Il ritorno a New York avvenne il 18 aprile. Karl fu accolto dalle sorelle e dal padre, il quale per le angosce di quei giorni trascorsi in attesa di notizie era costretto su una sedie a rotelle. Poco meno di un anno dopo, il primo marzo del 1913, Karl ed Helen si sposarono a New York.
I giornali seguirono da vicino il matrimonio, ricamando molto sulla storia d'amore dei due ragazzi. Raccontarono, fra l'altro, che Karl avesse chiesto ed ottenuto la mano di Helen su quella scialuppa di salvataggio. Di fatto, fu un matrimonio felice. La coppia ebbe tre figli ed una figlia, e Karl riprese presto la sua carriera di tennista, confermandosi tra i migliori giocatori americani.
Studente a Yale, Behr si fece conoscere vincendo il torneo US Intercollegiate in doppio nel 1904, per poi approdare alla squadra di Coppa Davis nel 1907, l'anno della sua unica finale in un torneo del Grand Slam, in doppio a Wimbledon. Behr fu finalista agli Us Nationals Championships 1906 nel singolare All Comers, e di nuovo semifinalista nel 1912, quindi raggiunse i quarti nel 1914.
Entr˛ nella Top Ten americana per 7 volte tra il 1906 ed il 1915: numero 3 nel 1907, lo fu nuovamente nel 1914.
In Davis gioc˛ un unico incontro, nel 1907 a Wimbledon, in semifinale contro la fortissima formazione dell'Australia. Lasciato il tennis, Karl Behr divenne banchiere, amministratore della Herman Behr Company e vice presidente della Dillon, Read & Company a New York. Fu anche amministratore di numerose altre societÓ, tra cui la Goodyear Tyre & Rubber e la National Cash Registern, e si candid˛ al posto di Governatore dell'Alaska.
Alla sua morte, nel 1949, Helen si spos˛ con Dean Mathey, forse il miglior amico di Karl e suo compagno di doppio. Helen morý nel 1965, all'etÓ di 72 anni. Il nome di Karl Howell Behr figura nella Hall of Fame del tennis a Newport dal 1969.


 
Tutti i testi nel sito www.titanicdiclaudiobossi.com sono di proprietÓ intellettuale di claudio bossi. Non Ŕ permesso a terzi copiare, modificare, ripubblicare o comunque sfruttare i sopraccitati testi del sito senza preventiva autorizzazione scritta da parte di claudio bossi.
 

TITANIC di claudio bossi - TORNA ALLA HOME PAGE