Joseph Groves Boxhall



Joseph Groves Boxhall
Joseph Groves Boxhall
Quarto Ufficiale


 

Nato il 23 marzo 1884 a Hull nello Yorkshire, Joseph Groves Boxhall nel 1907 conseguý il suo brevetto di extra master. Servý per la White Star Line e si imbarc˛ sul TITANIC come quarto ufficiale.
Di turno sul ponte di comando al momento della collisione con l'iceberg, si rec˛ personalmente a verificare i danni nei locali siti a prua della nave. Fu sempre lui che rilev˛ il punto nave 41░ 46' Nord e 54░ 24' Ovest (parametri poi rettificati in 14').
Durante l'evacuazione della nave cerc˛ di richiamare l'attenzione di un'imbarcazione, che aveva individuato a circa 5 miglia dal TITANIC, sparando dei razzi dei bianchi e tentando di stabilire anche un contatto visivo con l'aiuto di segnalatori luminosi. Il Capitano Smith gli affid˛ il comando della scialuppa numero 2.
Quando mise piede sulla Carpathia, il capitano Rostron gli domand˛ dove si trovava il TITANIC e lui rispose semplicemente: "Affondato alle 2:20".
Insieme a Charles Lightoller, Boxhall fu un testimone chiave davanti alle due commissioni d'inchiesta sulle circostanze dell'incidente.
Successivamente riprese andare per mare ma anche a lui, come a Lightoller, fu interdetto il comando di navi della marina mercantile.
Sul finire degli anni ĺ50, fu tra coloro che prestarono consulenza, tecnica e storica, per la realizzazione del film "TITANIC, 41░ Latitudine Nord".
Joseph Boxhall intervistato dalla BBC, nell'ottobre 1962, sulla determinazione della posizione del TITANIC nella notte del 14 aprile, riferý di aver attirato l'attenzione del Capitano sul fatto che il punto crepuscolare, osservato alle 19:30, posizionava la nave avanti di 20 miglia della sua stima. La registrazione della rotta di navigazione era stato dunque effettuata dopo il rilevamento di questi dati. In questa intervista, Boxhall ricordava lo scambio di battute tra Murdoch ed il Capitano Smith, quando questi stava arrivando sul ponte di comando dopo la collisione, nel corso della quale il primo ufficiale avrebbe dichiarato: "Io ho messo la barra a sinistra e le macchine 'Indietro tutta'". Questa costituisce una versione inedita e contraddittoria della descrizione della manovra effettuata per tentare di evitare la collisione con l'iceberg.
In effetti ammettere l'ipotesi che ci fosse stato un errore di posizione di 20 miglia di un dato che era stato controllato sette ore prima, rappresentava effettivamente una correzione importante. Questa inesattezza potÚ avvenire, in parte, anche da un'incertezza circa la velocitÓ reale del TITANIC. I dati errati che posizionavano la nave distante di 20 miglia ad Ovest della sua posizione stimata sono da comparare agli eventi forniti dalla Carparthia, che ha trovato le scialuppe pi¨ ad est ed un po' pi¨ a sud del previsto e anche la posizione del relitto si trova a circa 13 miglia ad est della posizione riferita dal segnale di soccorso CQD.
Joseph Groves Boxhall morý il 25 aprile 1967 ed aveva espresso desiderio di far disperdere le proprie ceneri, dal ponte di una nave, sul luogo del naufragio, nella posizione che lui aveva stimato.


 
Tutti i testi nel sito www.titanicdiclaudiobossi.com sono di proprietÓ intellettuale di claudio bossi. Non Ŕ permesso a terzi copiare, modificare, ripubblicare o comunque sfruttare i sopraccitati testi del sito senza preventiva autorizzazione scritta da parte di claudio bossi.
 

TITANIC di claudio bossi - TORNA ALLA HOME PAGE