Alfred Charles Shiers  




 

Alfred Charles Shiers, figlio di Louisa e William, nacque a Devenport, nel Devon, l'11 giugno 1886, primo di tre fratelli.
Quando firmò il suo contratto come fuochista per il TITANIC, il 6 aprile 1912, diede il suo indirizzo al 5 di Teal Street, Southampton. Era già stato per mare già da decina d'anni, con la Union Castle Company prima e la Royal Mail Company dopo. Prima di firmare il contratto per il TITANIC, per una paga di 6 sterline a viaggio, la sua ultima nave fu il
Danube.
Shiers fu assegnato alla scialuppa di salvataggio numero 3, nel pomeriggio della domenica del 14 aprile. Egli dichiarò che la lista di assegnazione alla scialuppa di salvataggio era stata affissa sulla porta del cassero di prua ed era disponibile dopo il pranzo di mezzogiorno.
Egli non era in servizio la sera del 14 aprile: era immerso nella lettura di un libro nella sua cuccetta del suo dormitorio di prua al momento dell'impatto. Aveva avvertito una lieve scossa: fu allora che decise di salire sul ponte per vedere cosa era successo. Dopo aver visto del ghiaccio sul pavimento, guardò a dritta e vide l'iceberg scomparire, avvolto in una leggera foschia a poppavia della nave.
Tornò nel suo alloggio e qui aiutò un altro fuochista a cercare il medico. Al suo ritorno, vide che l'acqua stava già penetrando attraverso il portello di carico. Raggiunse il ponte imbarcazioni e si diresse verso la scialuppa assegnatagli. Non trovando alcuno, andò alla scialuppa di salvataggio numero 7
.
Dopo che fu abbassata la scialuppa numero 7, a Shiers venne ordinato di raggiungere e far parte dell'equipaggio della scialuppa numero 5. Anche se ha dichiarato che ha visto il TITANIC affondare e che comunque non fu in grado di affermare se il TITANIC s'inabissò intatto o meno.
Shiers testimoniò all'inchiesta britannica il 9 maggio1912.
Ma fu in una dichiarazione giurata, del 31 ottobre 1913, e resa davanti alla Corte distrettuale di New York, esaminatrice in materia di "In the Matter of the Petition of The Oceanic Steam Navigation Company Limited, as owners of the Steamship TITANIC for limitation of its Liability", dove egli, tra l'altro, affermò che quella domenica del 14 aprile, per incrementare la velocità, venne dato l'ordine di mettere in funzione altre caldaie. E questo dopo le ore 19, dopo che erano già pervenute al TITANIC diverse segnalazioni di iceberg sulla rotta! Clicca sull'immagine qui sotto per leggere il faldone relativo a questa testimonianza.
Alfred Charles Shiers morì a Southampton all’età di 59 anni nel 1946.


 


 
Tutti i testi nel sito www.titanicdiclaudiobossi.com sono di proprietà intellettuale di claudio bossi. Non è permesso a terzi copiare, modificare, ripubblicare o comunque sfruttare i sopraccitati testi del sito senza preventiva autorizzazione scritta da parte di claudio bossi.
 

TITANIC di claudio bossi - TORNA ALLA HOME PAGE