Il ragazzo della fotografia



Lo strillone Ned Parfett.
Ned Parfett: strillone.


 

La storia di Ned Parfett: strillone, soldato ed icona fotografica. Forse una delle immagini più evocative del disastro del TITANIC fu proprio quella del giovane strillone fuori degli uffici della White Star Line ad Oceanic House in Cockspur Street, London, S.W., con sottobraccio i manifesti de "Evening News", un giornale della sera, che annunciava il "TITANIC disaster great loss of life", il grande disastro del TITANIC.
Quel ragazzo era Ned Parfett e la sua breve vita non fu nulla di eclatante; la sua morte fu un momento tragico, come quello del TITANIC, infatti, sei anni e mezzo dopo che questa fotografia venne scattata, Ned fu ucciso, mentre serviva con l'esercito britannico in Francia, nel corso di un bombardamento tedesco, a pochi giorni prima dell'Armistizio. Aveva solo 22 anni.
Secondo suo zio Dominic Walsh, il giovane Ned si arruolò nell'Artiglieria Reale nel 1916, servendo come portatore d'ordini. Fu menzionato in due dispacci chi gli valsero una Medaglia Militare, per la sua condotta coraggiosa durante una serie di missioni al fronte.
Ned morì il 29 ottobre 1918, a sole due settimane prima della fine della guerra: fu ucciso vicino a Valenciennes, quando una bomba devastò il quartier generale, nel frangente in cui lui stava raccogliendo i suoi vestiti prima di andare in permesso.
Se Ned fosse scampato all'attacco, forse sarebbe stato a casa in Inghilterra quando l'armistizio venne firmato.
Ned fu seppellito nel cimitero di guerra britannico a Verchain-Maugré in Francia.
L'immagine famosa di Ned sull'angolo di Trafalgar Square gli assicur˛ un posto nella storia. Le sue medaglie e la pietra tombale in un angolo di un cimitero francese ci assicurano che il suo valore non sarà dimenticato dalla sua famiglia, nonostante il passare degli anni.


 
Tutti i testi nel sito www.titanicdiclaudiobossi.com sono di proprietÓ intellettuale di claudio bossi. Non Ŕ permesso a terzi copiare, modificare, ripubblicare o comunque sfruttare i sopraccitati testi del sito senza preventiva autorizzazione scritta da parte di claudio bossi.

 
TITANIC di claudio bossi - TORNA ALLA HOME PAGE