Il TITANIC causa di divorzio



   

William Ernest Carter e la moglie Lucile


 

William Ernest Carter e sua moglie Lucile, saliti sul TITANIC a Southampton come passeggeri di prima classe, erano una coppia benestante di Filadelfia. La coppia era di ritorno da un viaggio in Europa effettuato con i loro due figli (Lucile Polk e William Thornton) ed i loro tre domestici (Augusta Serepeca, Alexander Cairns e l'autista Charles Augustus Aldworth). Con l'eccezione dei due uomini della servit¨, tutti sopravvissero al naufragio.
Lui, Ernest Carter aveva con sÚ anche due cani e la famosa auto Renault 25 CV, nuova di zecca che aveva comprato in Francia.
E' stato accertato che Carter trov˛ posto sul canotto pieghevole C, dove aveva trovato la salvezza anche Joseph Bruce Ismay: i due erano gli unici passeggeri di prima classe su quell'imbarcazione.
Le voci che circolarono successivamente, nel gennaio 1914, riferirono che Lucile Carter chiese il divorzio poichÚ era fortemente disgustata dall'atteggiamento tenuto dal marito la notte del naufragio.
Sembrerebbe per˛ che la relazione della coppia era giÓ deteriorata da tempo e che il disastro del TITANIC fu solo l'atto conclusivo.
La signora Carter, davanti al giudice, riferý che il marito l'aveva trattata in modo "crudele, barbaro ed indegno". Disse in particolare: "Subito dopo la collisione con l'iceberg, mio marito era entrato nella nostra cabina e mi aveva detto di alzarmi, di vestirmi e poi di prendermi cura dei figli. Non lo vidi pi¨ prima delle 8 di quella mattina. Quando salii sulla Carpathia, lui era lý, appoggiato al parapetto. Mi disse solamente che avevano servito una colazione abbondante e che non pensava che io mi fossi salvata."
Mr. Carter neg˛ tutte le accuse, dicendo che aveva aiutato la moglie ed i figli a salire in una scialuppa prima di montare con Ismay nel pieghevole C, dove aveva aiutato a remare.
La versione dell'uomo allora si pensava che fosse assai discutibile in quanto i sopravvissuti testimoniarono che il canotto C lasci˛ il TITANIC prima che la signora Carter ed i due figli potessero abbandonare la nave sulla barca numero 4, che stava per essere calata sul lato di sinistra. In difesa di Ernest Carter dobbiamo aggiungere che probabilmente gli fu ordinato di andare con altri uomini, dal lato di dritta dove c'era il pieghevole C, di conseguenza, non egli non poteva essere in grado di garantire che la scialuppa dei suoi fosse effettivamente messa in mare ed, inoltre, che questa imbarcazione fosse calata dopo il canotto. Cosa che peraltro avvenne ben prima.
Tuttavia, a bordo della Carpathia, egli non cerc˛ di scoprire cosa era successo alla sua famiglia.
La signora Carter si rispos˛ dopo pochi mesi con un tale George Brooke e si spense nel 1934. William Carter, uomo di mondo, continu˛ a praticare il polo (il suo sport preferito) ed a frequentare vari club fino alla sua morte, avvenuta nel 1940.


 
Tutti i testi nel sito www.titanicdiclaudiobossi.com sono di proprietÓ intellettuale di claudio bossi. Non Ŕ permesso a terzi copiare, modificare, ripubblicare o comunque sfruttare i sopraccitati testi del sito senza preventiva autorizzazione scritta da parte di claudio bossi.
 

TITANIC di claudio bossi - TORNA ALLA HOME PAGE