William Arrol



Cosa hanno in comune il celeberrimo Tower Bridge di Londra e l'altrettanto rinomato Arrol Gantry di Belfast? Ebbene entrambi si devono alla capacitÓ del signore qui sotto in immagine, William Arrol.

 


William Arrol


 

Nato il 13 febbraio 1839 a Houston, nella regione dello Renfrewshire (regione centrale della Scozia), William aveva iniziato a lavorare a soli 9 anni ed a 13 aveva iniziato la formazione come fabbro, continuando per˛ a frequentare la scuola serale per apprendere la meccanica e l'idraulica. Nel 1863, venne assunto da una societÓ di produttori di ponti di Glasgow fino a quando nel 1872 si mise in proprio costituendo la Dalmarnock Iron Works. Pochi anni dopo, nel 1880, fond˛ la William Arrol & Co., che sarebbe diventata una delle principali societÓ di progettazione civile internazionale.


 


 

Nominato Sir nel 1890, Arrol successivamente si dedic˛ alla costruzione del Tower Bridge (1894), e nel 1908 la sua azienda fu incaricata dalla Harland & Wolff Shipyard di Belfast, di costruire un grande portale (noto appunto come Arrol Gantry), per poter procedere alla costruzione dei tre nuovi transatlantici, lĺOlympic, il TITANIC ed il Gigantic


 

 

Come le stesse navi, quelle gru a cavalletto (per i ponti trasportatori in lunghezza, per altezza e per capacitÓ) sono risultate essere le pi¨ grandi mai costruite sino a quel momento. Rimasta in uso fino al 1960, l'enorme struttura in acciaio (lunga 840 metri, larga 240 metri per un'altezza complessiva di 228 metri) era particolarmente adatta per sollevare oggetti molto pesanti e tramite delle colossali gru permise di sollevare manufatti massicci, come i monumentali motori, permettendo la loro installazione a bordo delle navi.
Sir William Arrol che, come ebbe a scrivere un suo biografo, non aveva alcuna qualifica professionale, ma capacitÓ innate, trascorse gli ultimi anni della sua vita nella sua tenuta a Seafield, dove morý il 20 febbraio 1913.


 
Tutti i testi nel sito www.titanicdiclaudiobossi.com sono di proprietÓ intellettuale di claudio bossi. Non Ŕ permesso a terzi copiare, modificare, ripubblicare o comunque sfruttare i sopraccitati testi del sito senza preventiva autorizzazione scritta da parte di claudio bossi.
 

TITANIC di claudio bossi - TORNA ALLA HOME PAGE